Se ti senti travolto dai mille impegni e dalle preoccupazioni può essere un problema di comunicazione.

Spesso sottovalutiamo o ignoriamo la forza della comunicazione intrapersonale, cioè di quello che diciamo a noi stessi.

Ci bombardiamo la mente e la vita di immagini assordanti, come quella di un’agenda che esplode e neppure riesce a contenere tutte le cose che effettivamente dobbiamo fare, perché magari abbiamo appuntato solo gli impegni lavoro. Sì, ma poi il cane devi portarlo fuori, o devi comprare la pappa per il gatto, fare un salto a pagare una bolletta o una telefonata alla zia che vive da sola.

L’imprevisto è inschedulabile, ma c’è e pesa sulla gestione del tuo tempo.

Come pesano i pensieri ricorrenti che ti riproponi a intervalli più o meno regolari, in modo davvero poco gentile verso te stesso. Quando ti dici: “Devi fare questo e poi quello, sei in ritardo, vai troppo lentamente, non ce la farai mai”.

Aria.

Hai bisogno di aria perché, a volte, ti capita di contrarre talmente il tuo addome che respiri male, quando non sei in apnea. O forse il tuo punto debole sono le tensioni alla base del collo, perché quando sei sotto stress alzi le spalle e contrai inconsapevolmente il trapezio, come farebbe un pugile per tenere su la guardia! Ci comportiamo proprio come pugili a volte. Viviamo la vita come un combattimento. Normale quindi se ci sentiamo sotto stress, chi non lo sarebbe in un faccia a faccia quotidiano con Mike Tyson?

La buona notizia è che si può migliorare. Se ti sei appiccicato addosso un’etichetta che ti definisce, puoi staccarla. Puoi cambiare un comportamento, pur mantenendoti fedele alla tua identità.

Puoi focalizzare i pensieri, fissare obiettivi e priorità, quindi decidere il tempo di marcia più adatto al tuo passo e raggiungere prima la meta.

Non è solo una questione di organizzazione, qui è in gioco la tua libertà. Perché se procedi a tentoni, fai tutto quello che ti chiedono senza pensarci su, rinunci ai tuoi spazi, corri avanti e indietro, ecco che stai cedendo la tua libertà alla foga del momento. Se ti organizzi, sei libero. Puoi sempre scegliere di cambiare i programmi e persino i tuoi pensieri.

Puoi farlo se vuoi e se conosci gli strumenti per focalizzarti meglio.

La comunicazione efficace aiuta moltissimo, se impari ad usarla. Comunichi con te stesso tutto il giorno, tutti i giorni. È fondamentale che tu lo faccia nel modo più funzionale possibile.

Libertà di scelta è concedersi un respiro, accorgersi che vale la pena di cambiare il tiro, “partire dopo per arrivare prima” (cit. G. Nardone).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: