Concepirsi come parte di un gruppo, piuttosto che come un ego singolo, centro dell’universo è, traducendo in linguaggio comune dalla PNL, un modo automatico di porsi, una sorta di pilota automatico attivato per procedere con facilità nella vita di tutti i giorni. Prenderne consapevolezza è, a mio parere, il primo passo per cambiare atteggiamento ora. Perché se normalmente può portare i suoi vantaggi ragionare per “singolo”, in un momento come questo è non solo svantaggioso, ma fortemente dannoso per tutti. Anche per l’egocentrico. Sì perché la sua salute, come la cura dell’ambiente in cui vive, dipendono dalla cura che ognuno ha di questo ambiente, dall’osservanza da parte di tutti delle disposizioni date per salvaguardarci reciprocamente. Essere altruista conviene anche all’egoista, insomma. Vivere come gruppo significa guardare e muoversi nella stessa direzione. 

Una comunicazione efficace con noi stessi è quindi il primo passo per sviluppare un atteggiamento utile a tutti.

Talvolta cerchiamo di razionalizzare la paura. E’ un po’ come se cercassimo di descrivere un profumo attraverso sfumature di colori. In che senso? Stiamo parlando lingue diverse. Se tu sei Inglese, non parli l’Italiano ed io mi ostino a parlarti in Genovese, perché è il dialetto della mia città, rendo impossibile la comunicazione tra noi. L’irrazionale ha bisogno dell’irrazionale per avere senso. Milton Ericson era un grande maestro in questo. Non evidenziava mai l’assurdità di un comportamento, ma partiva da questa per aiutare il paziente a risolverla. Accettava la situazione soggettiva dell’altro, anziché andare in conflitto. Con la sua guida morbida ha aiutato molte più persone che se avesse imposto un braccio di ferro. Con la paura è uguale, va accolta, accettata, ascoltata. Se proviamo a scacciarla con discorsi razionali, parleremo una lingua a lei sconosciuta, sarà impossibile convincerla. La comunicazione interpersonale parte spesso dall’accettazione. Questo tipo di resa è ben diverso dall’arrendersi. E’ il primo passo verso il cambiamento e, in questo momento storico, cambiare le nostre abitudini personali e considerarci parte di un gruppo che sta affrontando la stessa difficoltà è fondamentale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: